La Dieta a Zona in Dettaglio

Dieta a Zona

dieta a zonaLa Dieta a Zona è stata creata dal Dr. Barry Sears. Alla base della Dieta a Zona c’è il suo rapporto tra i nutrienti.

La Dieta a Zona segue una formula che consiste nel 40% di carboidrati, 30% di proteine ​​e 30% di grassi (a volte chiamata 40:30:30). Dev’essere seguita a ogni pasto. Da alcuni è considerata la dieta perfetta.

La critica più grande della dieta è che è troppo complessa da seguire. Tuttavia, la Zona ha raccolto un notevole seguito – in parte dovuto alle celebrità che ne fanno da testimonial.

Se avete intenzione di seguire la dieta a Zona dovete leggere La Zona: Programma Rivoluzionario per Equilibrare Totalmente l’Organismo per una Perdita di Peso Permanente di Barry Sears. Ci sono siti web che offrono un notevole sostegno per la Dieta a Zona (alcuni consegnano anche i pasti).

Rapporto 40 30 30

Il piano della Dieta a Zona ruota intorno ai ‘rapporti tra i pasti‘. Può essere considerata ‘a basso contenuto di carboidrati‘, a causa del fatto che la persona media consuma circa il 50-60% di carboidrati nella propria dieta.

La cosa positiva della dieta a Zona è che favorisce la combinazione di tutte le sostanze nutritive di ogni pasto – e sottolinea i rischi dei carboidrati trasformati (pasta bianca, pane, ecc.).

La Dieta a Zona in Dettaglio

Uno sguardo più da vicino alla Dieta a Zona indica che si tratta di una dieta a basso contenuto di carboidrati – con un basso apporto calorico – a volte forse troppo basso. L’esercizio non fa parte della formula (ma è sempre consigliato). Richiede dedizione e disciplina. Inoltre, è una dieta che può essere difficile da seguire se si mangia con la famiglia e gli amici.

La dieta a Zona aiuta molto anche a migliorare la salute generale (non solo a perdere peso). A causa dei livelli di proteine, è possibile ottenere i muscoli con questa dieta (ma solo con i pesi giusti e l’esercizio fisico). Tuttavia, sappiate che le calorie consigliate potrebbero essere troppo poche per una persona attiva.

La Zona è complessa e prevede una lista notevole di alimenti “proibiti” – tuttavia, ci sono molti siti web con programmi che hanno sostanzialmente semplificato la Zona. Come principio di base si tratta di un buon programma e rappresenterebbe un grande miglioramento per chi segue una tipica dieta occidentale.

Infiammazione

La Dieta a Zona si concentra molto anche su come evitare gli alimenti che causano l’infiammazione, in particolare gli oli ricchi di omega 6 e acidi grassi.

Pertanto, la maggior parte degli oli vegetali sono vietati, così come tutti gli alimenti trasformati. La Dieta a Zona ritiene che i cereali raffinati e gli oli raffinati siano le ragioni principali per cui le persone sono grasse e questo è dovuto all’infiammazione causata da questi alimenti.